Scampia. Italia.
Un altro quartiere, un'altra città, un altro stato, un altro mondo.
Novembre 2012

L’ISOLA DI ARTURO

In questi giorni nel Rione Monterosa (Scampia) è stata inaugurata l’aiuola “L’isola di Arturo”, nata dalla collaborazione di alcune studentesse del Liceo “Elsa Morante” con alcuni membri del Circolo “la Gru”. Il titolo, evidentemente, fa riferimento ad uno dei romanzi più famosi di Elsa Morante e, in effetti, si è cercato di inserire nell’aiuola alcune delle specie vegetali che caratterizzano l’isola di Procida e Vivara: leccio, roverella, carrubo, lentisco, corbezzolo, mirto, ginestra, cisto, olivo, rosmarino, lavanda, salvia, teucro. Su un’aiuola vicina sono stati piantati: una camelia, tre melograni ed alcune piante grasse offerte dagli abitanti del luogo. Ragazzi e adulti delle palazzine che affacciano sulle aiuole si sono coinvolti nell’operazione e assieme agli studenti del Liceo hanno assunto il compito di curare e salvaguardare l’aiuola nel tempo.


QUATTRO NOVEMBRE

La tradizionale manifestazione dedicata alle forze armate, quest’anno, invece che nel salotto buono della città (piazza del Plebiscito), si è tenuta a Scampia nel bellissimo parco pubblico sito nel quartiere. Presenti tutte le autorità a partire dal Prefetto al sindaco al presidente della Municipalità. L’obiettivo simbolico: riaffermare la presenza dello Stato e la sua volontà di lotta al crimine.


PREMIO LANDIERI 2012

Lunedì 5 novembre a Scampia sono stati consegnati i premi di teatro d’impegno civile, nell’ambito del Premio Landieri 2012. Il premio, istituito in memoria di Antonio Landieri, vittima innocente di camorra, ha visto il coinvolgimento di registi, drammaturghi, critici, rappresentanti di associazioni culturali, persone impegnate nella lotta alla criminalità o semplicemente appassionate di teatro. Quest’anno, sono stati istituiti ulteriori due riconoscimenti che intendono valorizzare sia i lavori teatrali dedicati alle donne, ai loro diritti, contro la inaccettabile violenza di cui sono oggetto, sia quelli dedicati all’infanzia. Il primo, quello dedicato alle donne, è stato intitolato all’associazione DREAM TEAM ed è stato assegnato a Carmen Femiano per “Le ore della mia giornata”. Quello dedicato all’infanzia è stato, invece, intitolato al Centro Territoriale Mammut ed è stato consegnato a “I Teatrini” per lo spettacolo “Il sentiero del lupo”.