Scampia. Italia.
Un altro quartiere, un'altra città, un altro stato, un altro mondo.

Le mafie, il lavoro

Appunti di resistenza civile dalle inchieste di Sergio Nazzaro

Milano, 10 maggio 2013

Le mafie non sono solo violenza e condotta criminale, sono la holding più prolifica del nostro paese, che ha acquisito capacità imprenditoriali e abilità finanziare.

Ma un modo per combattere le mafie c’è: il lavoro.

Occorre ridare vita alle aziende sequestrate e confiscate, valorizzando lo straordinario potenziale che hanno in dotazione. Per questo è necessario costituire una banca dati nazionale che ne tuteli la posizione di mercato, sostenere il percorso di reinserimento dei lavoratori, favorire la riconversione e la ristrutturazione aziendale e agevolare l’emersione dei rapporti di lavoro irregolari. È importante, inoltre, incentivare la costituzione di cooperative dei lavoratori disposti a rilevare l’azienda oggetto della confisca e favorire, per gli stessi, un adeguato percorso di formazione e aggiornamento.

Tutti i cittadini maggiorenni, provvisti di un documento di riconoscimento, potranno firmare presso tutte le Camere del Lavoro d’Italia (elenco completo su www.cgil.it) e le sedi delle associazioni promotrici.

A sostegno della raccolta di firme venerdì 10 maggio dalle 9.30 alle 11.30, presso l’Auditorium Testori della Regione Lombardia in Piazza Città di Lombardia n°1 a Milano va in scena “Le Mafie, il Lavoro.” un reading musicato tratto dalle inchieste di Sergio Nazzaro. I musicisti di Descargalab in collaborazione con l’attore Nicola Cavallari racconteranno storie di lavoro in terra di camorra ma anche e soprattutto storie di rivincita professionale di chi in quei luoghi ha deciso di non piegarsi alle mafie.

Descargalab è un laboratorio musicale che nasce dalla passione per il mondo dei ritmi e si sviluppa intorno al talento vocale di Marina Puglia. Collabora attivamente sul fronte teatrale con il Laboratorio Balrog di Gaetano Ievolella. Da sempre questo gruppo di lavoro ha messo in campo il proprio impegno civile sulla multiculturalità, promuovendo e supportando un festival nazionale di percussionisti quale veicolo di scambio tra culture (www.percuotiamo.com) e lavorando sul terreno della legalità fianco a fianco con il gruppo di lavoro di www.scampiaitalia.it.

DescargaLab è Marina Puglia, talento puro alla voce, Giusi Cipriano, violinista e percussionista del MitokaSamba, Andrea Tammaro (Pianoforte), Gianluca Vitali (Basso) e Jacopo Pellegrini (Percussionista e direttore dell’orchestra percussiva MitokaSamba) che costituiscono la colonna vertebrale del gruppo musicale. A loro si aggiunge la voce narrante di Nicola Cavallari, attore.

Rispondi